Luoghi che hanno storie da raccontare

Il Ticino raccontato dagli occhi di registi, produttori e scenografi.

Storie

Abbiamo coinvolto i cineasti e i professionisti del settore perchè ci dessero degli sguardi ricercati sulle location del Ticino. Nascono così delle storie che raccontano il territorio attraverso delle prospettive inedite e che ne esibiscono il maggiore punto di forza: la sua incredibile varietà.

Un film inizia con una sceneggiatura, una storia e le storie vanno cercate, inseguite o se si è fortunati, raccolte e levigate quando ci si inciampa sopra.

Mi interessano particolarmente quei luoghi che sono in grado di raccontare delle storie. Il Monte Ceneri è uno di questi e ha un grande potenziale cinematografico: per anni donne e uomini lo hanno valicato, disseminando indizi, segni, accenni di narrazione. 

Ci sono edifici che sembrano avulsi dalla logica ambientale in cui sono inseriti e custodiscono un'aura misteriosa. Sono luoghi “metafisici”, agonizzanti superstiti di mondi ormai svaniti o curiosi oggetti alieni, che sembrano provenire da mondi futuri possibili.

Nella Svizzera italiana, di guerra, quella con le armi che sparano, non se ne vede da molto. Però c’è stata e si temeva sarebbe tornata. Come accade, ha lasciato tracce indelebili sul territorio, oltre che nell’animo.

Mi sento naturalmente attratta da quei luoghi che sembrano fermi nel tempo. Sono affascinanti e intriganti al tempo stesso. Sembra che abbiano una storia già esistente all'interno e catturano immediatamente la nostra attenzione, collegando passato, presente e futuro. Per questo sono luoghi molto cinematografici. Per fortuna, il Ticino ne è ricco.