Ticino Film Commission
21.07.2021 . Produzioni

Concluse da poco le riprese di “Calcinculo” di Chiara Bellosi in Ticino

Le riprese nel luganese dell'opera seconda di Chiara Bellosi "Calcinculo" si sono concluse lo scorso venerdì, 16 luglio, a Lugano.

Iniziate a Guidonia (Italia) le riprese di Calcinculo, il cui titolo fa riferimento alla tipica giostra a seggiolini attrazione dei luna park, si sono svolte settimana scorsa (12-16 luglio) in diversi luoghi di Lugano, tra cui il locale notturno Bunker Club in via Trevano, il Lido Riva Caccia, lo Studio TV della Radiotelevisione svizzera (RSI) a Lamone e il parcheggio Park & Ride Fornaci di Grancia.

 

Scritta da Maria Teresa Venditti e Luca De Bei, la sceneggiatura ha già vinto il Premio Solinas. La trama basata su una storia vera racconta la storia di Benedetta, una quindicenne decisamente obesa, e del suo folle incontro con Armando, alias Amanda, un transessuale senza fissa dimora che vive in fiera e che la porta nel suo mondo errante e sregolato, da Roma, scenario principale, a Lugano. Il film è diretto dalla regista italiana Chiara Bellosi, che torna alla regia dopo l'acclamata opera prima "Palazzo di Giustizia", presentato al Festival di Berlino 2020, alle 56. Giornate di Soletta, in corsa per i Nastri D'Argento con due candidature e vincitore del premio “Utopia” al 33. Castellinaria Festival.

 

 

Calcinculo vede come protagonisti Gaia Di Pietro (al suo esordio), Andrea Carpenzano ("La Terra Dell'Abbastanza", "Il Campione") e Barbara Chichiarelli ("Favolacce", "Suburra"). 

 

Sinossi

Forse è vero che si cresce solo a calci in culo. Ed è vero che quando la giostra gira veloce ci sembra di volare e non vorremmo scendere mai. Esattamente quello che succede a Benedetta, quindicenne decisamente sovrappeso, quando incontra Armando, in arte Amanda, che la trascinerà nel suo mondo randagio e sregolato.

 

Nota della regista

“Gli ingredienti di questa storia che parla un romano verace sono una famiglia, col suo lessico familiare fatto di poche parole e televisione sempre accesa; un’adolescente fuori misura che non si sente a suo agio; un giovane uomo che si chiama Amanda; una storia d’amore, ma non sentimentale; la fratellanza; la paura; i riti magici e i riti di passaggio; l’adolescenza, che è una polveriera in cui le miscele più improbabili stanno insieme, in cui le emozioni e gli istinti sono i più grandi e intensi, disordinati e onesti. E, ancora, l’importanza di essere sé stessi.” 

 

Le riprese in Ticino hanno coinvolto una quindicina di professionisti ticinesi, un servizio catering di Mendrisio, oltre alla collaborazione con la società Central Productions di Lugano che ha supportato la produzione nella fase di preparazione e durante le riprese in Ticino, seguendo anche i casting delle comparse (tra le 120 persone figuranti, una ventina erano ticinesi).

 

 

Oltre a ciò, come per gli altri film prodotti da tempesta Film, il set di Calcinculo ha adottato il protocollo Ecomuvi, cioè il disciplinare internazionale per la sostenibilità sul set di cinema ed audiovisivi. Il protocollo, creato nel 2014, ripensa attivamente il processo di produzione cinematografica, fornendo linee guida per analizzare e ridurre l'impatto ambientale. Non si tratta solo di controbilanciare, ma di integrare i principi di sostenibilità ambientale nelle realtà di lavoro del settore, così da rispettare e utilizzare le risorse in modo intelligente e senza sprechi.

 

 

Il film è prodotto da tempesta Film (Italia) con Rai Cinema e co-coprodotto da  Tellfilm (Svizzera) e RSI, Radiotelevisione svizzera, con il sostegno di Regione Lazio - Fondo regionale per il cinema e l'audiovisivo, dell'Ufficio Federale della Cultura e della Ticino Film Commission. Sarà distribuito da Istituto Luce Cinecittà.

 

 

Ringraziamenti:

Cogliamo l'occasione per ringraziare i Comuni interessati e tutti i partner ed Enti istituzionali per il supporto e la collaborazione, che hanno permesso di rispondere con rapidità e competenza alle varie richieste della produzione. In particolare, si ringraziano la Città di Lugano, la Divisione cultura e la Polizia comunale di Luigano. Inoltre, l’Organizzazione Turistica del Luganese, l’Associazione dei Commercianti di Lugano e la RSI, Radiotelevisione svizzera.

 

Ringraziamo inoltre tutte le persone che hanno lavorato alla produzione del film e, in particolare, Carlo Cersto-Dina (tempesta, Roma), Katrin Renz (tellfilm, Zurigo), Alessandro Marcionni per la Radiotelevisione svizzera (RSI) e Sara Bühring (Central Productions, Lugano).

 

Cinema sostenibile
Produzioni
Ticino Film Commission
Tutte le news
Ticino Film Commission, PalaCinema Via F. Rusca 1, CP 20, 6601 Locarno
T +41 91 751 19 75 | info@ticinofilmcommission.ch

© 2021 Ticino Film Commission | Website: redesign.swiss