28.12.2020 .

Niccolò Castelli nuovo direttore della Ticino Film Commission

Il Consiglio di Fondazione della Ticino Film Commission – ente senza scopo di lucro il cui obiettivo è la promozione e la valorizzazione del territorio ticinese quale location per il cinema e per qualsiasi forma di produzione audiovisiva nazionale e internazionale per generare nuove opportunità di lavoro, spese sul territorio e visibilità alle destinazioni turistiche e non – dopo lo svolgimento di una procedura di concorso pubblico ha nominato alla propria Direzione il regista ticinese Niccolò Castelli.

Il Consiglio di Fondazione della Ticino Film Commission – ente senza scopo di lucro il cui obiettivo è la promozione e la valorizzazione del territorio ticinese quale location per il cinema e per qualsiasi forma di produzione audiovisiva nazionale e internazionale per generare nuove opportunità di lavoro, spese sul territorio e visibilità alle destinazioni turistiche e non – dopo lo svolgimento di una procedura di concorso pubblico ha nominato alla propria Direzione il regista ticinese Niccolò Castelli. Trentottenne luganese, con una solida formazione accademica nel settore, da sempre attivo in più ambiti della filiera cinematografica cantonale e nazionale, ha partecipato alla creazione e allo sviluppo della Ticino Film Commission ed è noto al pubblico per il lungometraggio “Tutti giù” (presentato al Festival Internazionale del Film di Locarno), il documentario “Looking For Sunshine” su Lara Gut e il recente film “Atlas”, co-produzione Svizzera- Italia-Belgio recentemente selezionata per l’apertura delle Giornate del cinema svizzero 2021 di Soletta a gennaio. Niccolò Castelli assumerà il nuovo ruolo dal mese di febbraio 2021.

 

Per Nicola Pini, Presidente della Ticino Film Commission, “La scelta di una persona affermata e autorevole nel mondo del cinema come Niccolò Castelli permette alla Ticino Film Commission di qualificarsi e profilarsi ulteriormente con i professionisti, in particolare svizzeri, un target centrale soprattutto per i prossimi anni. Professionisti che dobbiamo attirare in Ticino parlando la loro lingua, anche cinematografica. Si tratta, questo, di un nuovo e importante scalino di crescita e sviluppo per la Fondazione che, dopo le valide direzioni di Doris Longoni e Nadia Dresti, può contare su un team e un nome consolidati sui quali continuare a costruire a favore del nostro territorio, culturalmente ma anche economicamente”.

 

Il futuro Direttore commenta così la propria nomina: “Accanto alla mia attività di regista ho sempre dedicato con passione molto del mio tempo alla promozione del cinema in Ticino e in Svizzera. Sono onorato ora di potermi investire in questo ambito in modo più intenso assieme agli attuali collaboratori della Ticino Film Commission, al suo Consiglio di Fondazione e a tutte le realtà professionali che animano la scena. Sono fermamente convinto che il settore cinematografico, con l’audiovisivo in generale, sia importante non solo per la cultura, ma anche per i tessuti sociale ed economico del nostro Cantone. Attraverso il cinema si crea identità e la si promuove dentro e fuori dai nostri confini; attraverso la produzione audiovisiva si generano posti di lavoro e indotto economico in numerosi ambiti, senza dimenticare la promozione del territorio a livello turistico. Amo il cinema e intendo contribuire a che si possa continuare a farlo anche qui da noi. Seguo la Ticino Film Commission fin da prima che divenisse realtà e la ritengo necessaria oggi più di prima, in un contesto in cui a livello nazionale e internazionale è richiesta sempre più professionalizzazione tanto nell'ambito produttivo che in quelli artistici e tecnici. Ambiti che ho la fortuna di conoscere sotto più punti di vista. Con i cambiamenti che toccano il mondo finanziario e ancora di più in vista del post-pandemia, il Ticino è chiamato a disegnarsi un futuro: il cinema può fare la sua parte. Dalla scrittura di sceneggiature alle anteprime, la Ticino Film Commission in questo ambito può contribuire nel consolidare il settore e ergersi a vettore di promozione su più strati del nostro tessuto. Questo, assieme ai partner attuali e ad altri futuri attori che mi piacerebbe coinvolgere in questo progetto. Oltre a continuare a scrivere storie da raccontare come regista, intendo fare sì che tante altre storie di ogni genere si possano continuare a raccontare in futuro in Ticino grazie alla Film Commission.”

 

Niccolò Castelli – Biografia

Classe 1982, nato e cresciuto a Lugano. Laureato alla facoltà di Lettere e Filosofia al DAMS di Bologna (2005) e membro di ipotesICinema di Ermanno Olmi, consegue successivamente un Master in regia e montaggio presso la Zürcher Hochschule der Künste ZHdK (2008); nel 2014 segue una formazione in scrittura cinematografica a Monaco (Drehbuchwerkstatt München). Oltre al cinema, professionalmente vanta varie esperienze in ambito culturale e nei media. Fra le esperienze citiamo la collaborazione con Rete Tre RSI dal 1997 al 2011 e il centro di co-working ed eventi culturali di Lugano Spazio 1929 (2013-2020) da lui co-fondato e diretto. Oltre a scrittura e direzione di lungometraggi, cortometraggi, documentari, reportage e video musicali è attivo anche in ambito produttivo. Dietro le quinte è attivo in associazioni di categoria cantonali e federali. È membro di comitato dell’Associazione Svizzera Regia e Sceneggiatura Film (ARF/FDS), del comitato della Cooperativa svizzera per i diritti d'autore di opere audiovisive SUISSIMAGE, nonché del Gruppo di Interesse Regia e Sceneggiatura Svizzera Italiana (GRSI). Ha inoltre contribuito attivamente alla creazione e allo sviluppo della stessa Ticino Film Commission, di cui è stato membro del Consiglio di Fondazione.



Nomina direzione Ticino Film Commission 2020
Ticino Film Commission
Tutte le news