Ticino Film Commission
12.02.2024 . Attualità

Alla Berlinale fra "Gloria!", "Reinas" e future serie tv

Alla 74esima edizione del Festival tedesco c'è spazio per produzioni che hanno dei legami col Ticino

Una scena di Gloria! (© tempesta srl)

La 74esima edizione della Berlinale è alle porte e alla rassegna cinematografica tedesca, in programma dal 15 al 25 febbraio 2024, c’è anche un po’ di Ticino.

 

Si sono svolte in parte nel nostro cantone con il sostegno della Ticino Film Commission le riprese di Gloria! (I/CH), debutto alla regia della cantante e attrice italiana Margherita Vicario in lizza per l’Orso d’oro a Berlino. Oltre ai set italiani, anche lo storico Palazzo dei Landfogti di Malvaglia ha infatti prestato nello scorso mese di giugno i suoi interni a diverse scene del film in costume dal cuore musicale ambientato nella Venezia di fine Settecento. Alle riprese, durate cinque giorni, ha partecipato una quindicina di professionisti ticinesi, dall’organizzazione generale curata dalla Central Productions di Lugano, alla gestione del set, ai trasporti, all’aiuto per le costruzioni scenografiche. Nel cast del film, insieme a Galatea Bellugi, Carlotta Gamba, Veronica Lucchesi (cantante del duo La rappresentante di Lista), Paolo Rossi, Natalino Balasso e Stefano Belisari (meglio noto come Elio del gruppo Elio e le Storie Tese), anche l’attrice ticinese Jasmin Mattei.

 

Il film, che gode del supporto dell’Ufficio Federale della Cultura, è prodotto dall’italiana Tempesta (con Rai Cinema) in co-produzione con l’elvetica Tellfilm: due case di produzione che già in passato hanno avuto modo di apprezzare la qualità del Ticino sul fronte dell’audiovisivo e la varietà di location che sa offrire, fattori questi che una volta di più hanno contribuito a farle tornare a girare sul nostro territorio.

 

Gloria! avrà la sua prima mondiale nel concorso internazionale della Berlinale il 21 febbraio.

 

In competizione nella sezione Generation Kplus è invece Reinas della regista di origine peruviana ma ticinese d’adozione Klaudia Reynicke. Co-produzione fra Svizzera, Perù e Spagna (Alva Film, Maretazo Cine, Inicia Films), il film ha avuto la sua prima mondiale lo scorso gennaio allo statunitense Sundance Film Festival mentre a Berlino passerà in prima europea il 17 febbraio. La sezione Forum accoglierà invece in prima mondiale il 20 febbraio il documentario Il cassetto segreto (I/CH), della regista italiana Costanza Quatriglio, co-produzione fra Indyca, Istituto Luce Cinecittà, Rai Cinema, la ticinese Rough Cat del produttore Nicola Bernasconi e RSI Radiotelevisione svizzera.

 

La Berlinale, infine, è anche uno dei momenti privilegiati in cui i professionisti possono trovare ulteriore spinta per le loro opere in divenire. Fra i dieci promettenti progetti di serie internazionali che parteciperanno al Co-Pro Series 2024 nell’ambito del Berlinale Co-Productions Market è stato selezionato anche La linea della palma del regista ticinese Fulvio Bernasconi (Hugofilm Features, CH), sostenuto dalla Ticino Film Commission. Durante Co-Pro Series, il 20 e il 21 febbraio, si svolgeranno i pitch dei progetti selezionati, incontri e messa in rete con partner interessati.

Tutte le news
Ticino Film Commission, PalaCinema Via F. Rusca 1, CP 20, 6601 Locarno
T +41 91 751 19 75 | info@ticinofilmcommission.ch

© 2024 Ticino Film Commission | Website: redesign.swiss