Ticino Film Commission
04.11.2021 . Evento informativo

Tavola rotonda: “La lingua italiana nel cinema svizzero"

La Ticino Film Commission è lieta di proporre un incontro per tutti i professionisti dell’audiovisivo e tutte le persone coinvolte nella promozione culturale della lingua italiana, sull’importante ruolo che la lingua italiana riveste nel cinema svizzero.

L’evento, aperto al pubblico e gratuito, si terrà il prossimo 16 novembre alle ore 17:00 presso l'Auditorium della Scuola Cantonale di Commercio di Bellinzona, a margine del Festival del cinema giovane Castellinaria.
 

Due volte all’anno, la Ticino Film Commission organizza degli incontri informativi aperti al pubblico pensati per i professionisti che lavorano nel mondo dell’audiovisivo e allargati ad altre professioni parallele al fare cinema, ai media e agli amanti della settima arte. Dopo l’appuntamento legato al ruolo dei festival ai tempi dell’online, ora ci si vuole soffermare sull’importante relazione fra la lingua italiana e l’audiovisivo in Svizzera.

 

L’incontro si terrà nella cornice della 34esima edizione del festival Castellinaria (13-20 novembre 2021), che ospita e sostiene l’evento organizzato in collaborazione con la Città di Lugano, la Casa della Letteratura per la Svizzera italiana e il Gruppo Registi e Sceneggiatori della Svizzera italiana. Questo incontro infatti segue la residenza di scrittura cinematografica promosso la scorsa estate dalle stesse istituzioni. Con esso la Ticino Film Commission intende avviare un discorso progettuale in ambito di promozione della lingua e della cultura italiana in ambito audiovisivo per il futuro.

 

Durante l’evento verranno affrontate tematiche connesse alla residenza di scrittura svoltasi a casa Pantrovà a Carona nell’agosto 2021. Fra gli ospiti, gli autori Agnese Làposi e Stefan Jäger, vincitori della residenza. Una bella opportunità sia per conoscere più da vicino i sceneggiatori-registi e i loro progetti che per lanciare uno sguardo programmatico al futuro della residenza.

 

Come per ogni incontro informativo, la Ticino Film Commission invita uno o più relatori da fuori Cantone così da poter affrontare la tematica trattata con uno sguardo esterno, aperto sulle realtà a noi vicine. Lo scopo della tavola rotonda è infatti quello di proporre nuove idee, soluzioni e stimoli al pensare, fare e mostrare cinema in Ticino. L’incontro sarà moderato dal regista e direttore della Ticino Film Commission Niccolò Castelli.

 

Parteciperanno alla discussione:

  • Christian Jungen, Direttore Zurich Film Festival e giornalista critico cinematografico

  • Francesco Ziosi, Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Zurigo

  • Agnese Làposi, Sceneggiatrice e regista / residente Casa Pantrovà '21

  • Stefan Jäger, Sceneggiatore e regista / residente Casa Pantrovà '21

 

Primo ospite d’oltralpe alla tavola rotonda sarà Francesco Ziosi. Studioso di Storia Antica a Bologna e alla Normale di Pisa, entrato al Ministero degli Affari Esteri nel 2012 come funzionario culturale, è stato addetto reggente all'Istituto Italiano di Cultura di Monaco di Baviera dal 2016 al 2021. A partire da metà agosto è Direttore dell’Istituto Italiano di Cultura di Zurigo. Con Ziosi si discuterà dello scambio fra chi parla e fruisce di cultura in lingua italiana a nord delle Alpi e la produzione culturale ticinese: opportunità e sfide di un rapporto forse mai abbastanza coltivato.

 

La discussione continuerà poi con Christian Jungen. Storico del cinema di formazione, critico cinematografico per NZZ am Sonntag dal 2009, di cui diviene capo redazione cultura dal 2017, è stato presidente dal 2011 al 2017 dell’Associazione Critici Cinematografici Svizzeri. Dal 2020 è direttore artistico dello Zurich Film Festival. Jungen parla correntemente italiano e conosce il cinema svizzero in tutte le sue forme e sfumature. Con lui si avrà l’occasione di perlustrare e meglio comprendere la presenza del cinema in italiano nel resto della Svizzera, quale il ruolo della lingua di Dante nella coesione nazionale e le sfide che il cinema in italiano può affrontare per trovare maggiore spazio all’interno del mercato nazionale, sia dal punto di vista produttivo che in termini di visibilità.

 

Con Agnese Làposi si potrà discutere dell’esperienza di una giovane autrice cinematografica di origini ticinesi che ha scelto di vivere oltralpe ma di continuare a scrivere film in lingua italiana. Dal canto suo Stefan Jäger porterà l’esperienza di un regista svizzero tedesco che realizza film in parte o integralmente in lingua italiana .

 

A seguire, alle ore 20.45 presso l’Espocentro di Bellinzona, nell’ambito del Festival del cinema giovane Castellinaria (34 edizione, 13-20 novembre), si terrà la proiezione dell’opera di animazione My Sunny Maad (2021) della creatrice di film d’animazione Michaela Pavlátová i cui cortometraggi le sono valsi una candidatura agli Oscar nel 1993, un Orso d'oro a Berlino nel 1995 e un Cristallo ad Annecy nel 2012.  La coproduzione fra Repubblica Ceca, Slovacchia e Francia, tratta con finezza e semplicità il tema della condizione delle donne in Afghanistan attraverso il racconto della storia di una giovane studentessa ceca che sposa un uomo afgano e va a vivere con la sua famiglia a Kabul. (Maggiori informazioni sul sito web di Castellinaria, www.castellinaria.ch).

 

 

 

Incontri
Tutte le news
Ticino Film Commission, PalaCinema Via F. Rusca 1, CP 20, 6601 Locarno
T +41 91 751 19 75 | info@ticinofilmcommission.ch

© 2021 Ticino Film Commission | Website: redesign.swiss